Scuole dell'infanzia paritarie

 

 

Asili Nido

 

 

Regolamento Comitato di Partecipazione - Asili Nido

 

Dal regolamento degli asili nido approvato con Delibera N° 36 del Consiglio Comunale del 28/05/2014.

 

Omissis  Titolo 1 e 2 …

TITOLO 3 - COMITATO DI PARTECIPAZIONE E SUOI COMPITI

Art. 10

  1. Il Comitato di Partecipazione costituisce l’organismo consultivo e di partecipazione delle famiglie dei bambini frequentanti i Nidi e lo spazio di collaborazione con le Istituzioni, nell’ambito di un continuo dialogo finalizzato all’erogazione un livello di servizio adeguato alle necessità degli utenti.
  2. Il comitato partecipa alla programmazione e alla definizione delle attività del nido finalizzate all’attuazione del progetto educativo, espletando le seguenti  funzioni:

a)    proporre, in collaborazione con il personale addetto ai Nidi gli indirizzi organizzativi, psicopedagogici, sociosanitari e vigilare sulla loro applicazione;

b)   proporre corsi di aggiornamento per il personale;

c)    formulare proposte relative alla disciplina del servizio e alla modifica del presente regolamento;

d)   nel suo ruolo rappresentativo, promuovere incontri delle famiglie  con l’Istituzione, gli operatori sociali e sanitari, nonché con le forze sociali territoriali,  favorendo inoltre l'incontro delle famiglie con il Coordinatore dei Nidi e con gli altri operatori del Nido;

e)    sensibilizzare sulle tematiche  della medicina preventiva e dell’educazione sanitaria per la prima infanzia, prestando adesione e collaborazione  con la A.S.L. alla promozione di iniziative;

f)    proporre criteri generali per la determinazione delle rette   di frequenza;

g)   prendere visione annualmente del documento di valutazione dei rischi e formulare proposte in merito;

h)   espletare altre attività riconducibili alla funzione consultiva.

 

Art. 11

  1. Il Comitato di Partecipazione è composto da:

a)      L’Assessore ai Servizi Sociali o suo delegato;

b)      Il Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione o suo delegato;

c)      2 membri del Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione, di cui uno in rappresentanza della maggioranza ed uno in rappresentanza della minoranza;

d)     Due membri nominati dal Consiglio Comunale, preferibilmente tra i suoi componenti, uno in rappresentanza delle minoranze ed uno della maggioranza;

e)      Otto membri nominati dall'assemblea dei genitori utenti del servizio (quattro per ogni Nido);

f)       Il coordinatore degli asili nido;

g)      Due rappresentanti del personale educativo, uno per Nido;

h)      Due membri designati dal Parroco e legale rappresentante della Parrocchia dei SS. Pietro e Paolo, per quanto attine l’Asilo Nido "P. Gianetti" di Via Tommaseo n.10.

 

  1. Il Comitato è costituito con provvedimento del C.d.A. dell’Istituzione nell'osservanza delle nomine e delle designazioni delle componenti previste nel presente articolo.   I componenti del C.d.A. e quelli nominati dal Consiglio Comunale durano in carica quanto lo stesso consesso che li ha nominati; questi ultimi, comunque, fino a non oltre 45 giorni dall’insediamento della nuova Amministrazione Comunale ai sensi dell’art. 50 del T.U. del decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267.
  2. In caso di dimissioni, i componenti sono sostituiti dagli organi e dalle categorie competenti sopra indicate.
  3. I rappresentanti delle famiglie dimissionari, o decaduti dall'incarico, vengono sostituiti dai rappresentanti supplenti nominati dall'Assemblea congiuntamente agli effettivi.
  4. I rappresentanti del personale nominati durano in carica per un biennio.
  5. I componenti che senza giustificato motivo, per tre volte consecutive non partecipano alle riunioni, decadono dall'incarico. Il Coordinatore del Servizio Nidi, su richiesta del Presidente del Comitato attiva l’Istituzione  per la sostituzione.
  6. Il C.d.A. dell’Istituzione provvede all'adozione di atto da cui risultino le sostituzioni man mano che le stesse si verifichino.
  7. Il Coordinatore del Servizio Nidi  redige il verbale delle sedute. 

 

Art. 12

  1. I rappresentanti dei genitori eletti dall’Assemblea  eleggono tra i loro membri il Presidente e il Vice Presidente.
  2. Il Presidente convoca le assemblee del Comitato, ne fissa l'ordine del giorno, presiede e dirige le discussioni, segue gli sviluppi delle proposte del Comitato e riferisce sull'argomento al Comitato stesso nella riunione successiva.
  3. Il Presidente può richiedere i documenti amministrativi e finanziari che si riferiscano alla gestione del Nido.
  4. In assenza del Presidente, il Vice Presidente sopperirà con uguali poteri del titolare a tutte le incombenze relative al Comitato.

Art. 13

  1. Il Comitato si riunisce di norma una volta al mese. Può essere convocato per iniziativa del Presidente, oppure su richiesta scritta e motivata di almeno un terzo dei componenti.
  2. Il  Comitato è validamente riunito con la presenza di un terzo dei componenti lo stesso Comitato.
  3. Esso decide  a maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale la decisione del Presidente (o del Vice Presidente in sua assenza).
  4. Di norma alle riunioni del Comitato, possono assistere come uditori, i genitori dei bambini che frequentano i Nidi o altre persone interessate, salvo diverse e motivate decisioni del Comitato, rese note con l'avviso della convocazione.  In ogni caso, qualora tra gli argomenti all'ordine del giorno, ve ne fossero alcuni che coinvolgano direttamente casi personali, la discussione di questi dovrà avvenire a porte chiuse.
  5. I rappresentanti eletti dei genitori prendono servizio a seguito della ratifica del CdA dell’Istituzione e durano in carica un anno, fino alla nomina dei nuovi rappresentanti, con possibilità di rinomina.

 

TITOLO 4 - ASSEMBLEA DELLE FAMIGLIE

Art. 14

  1. L'Assemblea delle famiglie è composta dai genitori dei bambini frequentanti il Nido (o da chi ne fa le veci).
  2. Essa viene convocata entro il 31 ottobre di ogni anno per l'elezione dei rappresentanti del Comitato effettivi e supplenti (4 rappresentanti + 2 supplenti per ciascun Nido) a cura del Presidente  del C.d.A. dell’Istituzione.
  3. La convocazione deve avvenire mediante posta elettronica o, in assenza di questa, mediante avviso scritto da recapitare almeno 5 giorni prima del giorno fissato per l'assemblea.
  4. La seduta è valida con l'intervento di almeno 10 famiglie.
  5.  

Art. 15

  1. Il presidente del Comitato ha facoltà di convocare l'Assemblea delle famiglie qualora si renda necessario e/o per aggiornare i genitori sulle attività portate avanti dal Comitato stesso.
  2. All’Assemblea può partecipare il personale del Nido.
  3. La convocazione dell’Assemblea indicherà il tempo ed il luogo della riunione, nonché l'elenco degli argomenti da trattare.
  4. Al di fuori dei casi previsti dal c. 1 del presente articolo, l'Assemblea è convocata su proposta scritta e motivata di almeno 1/3 dei componenti il  Comitato.

Art. 16

  1. Le famiglie possono presentare per iscritto al Comitato proposte e reclami riguardanti il funzionamento del Nido.
  2. A tali richieste il Comitato deve sempre dare risposta scritta entro 5 giorni lavorativi dalla prima riunione utile del Comitato.
  3.  

Omissis  Titolo 5,6 e 7 …

 

 

  

 

Comitato di partecipazione

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Cookie Policy