Scuole dell'infanzia paritarie

 

 

Asili Nido

 

NOI DIFFERENZIAMO .... E TU ?

 

Premessa

 

Il mondo, l’ambiente che ci circonda, con la sua varietà e ricchezza affascina i bambini, sollecita la loro curiosità, li stimola a porsi domande, li abitua ad osservare ed è occasione di arricchimento delle conoscenze, permette di vivere emozioni, scoperte e cambiamenti.

 

L’educazione ambientale e lo sviluppo sostenibile rappresentano oggi una sfida per responsabilizzare tutti i cittadini ad assumere comportamenti di vita all’insegna del rispetto dell’ambiente  …

 

Fin dalla scuola dell’infanzia, l’educazione ambientale è riconosciuta attività essenziale poiché mira alla formazione di coloro che saranno i futuri cittadini consapevoli del valore dell’ambiente e della necessità della sua salvaguardia.

 

In una fase storica in cui le condizioni umane ed ecologiche, sia locali che globali, richiamano tutti ad un forte senso di responsabilità e sobrietà, la scuola riveste un ruolo primario nell’educare alle “buone pratiche” per uno “sviluppo sostenibile”.

 

Diventa sempre più importante ri-educare, adulti e bambini insieme, ad una logica che abbia a cuore la natura e le sue risorse per evitare danni all’ecosistema, ma anche sprechi, consumi eccessivi ed immotivati che già nelle piccole azioni di ogni giorno possono essere evitati.

 

Verranno coinvolte in questo lavoro anche le famiglie che saranno stimolate ad assumere il loro primario ruolo educativo a fianco della scuola in un percorso di arricchimento reciproco per la crescita dei bimbi.

 

 

 

Obiettivi

 

La scelta dei contenuti di questa progettazione nasce dalla semplicità di alcuni gesti quotidiani che tutti svolgiamo, anche i bambini, partendo dall’identificazione del rifiuto e dove buttarlo. In particolare si evidenzia:

 

  • Avviare, fin dai primi anni di vita, la formazione della coscienza ecologica, cioè di un agire in modo responsabile, con gesti quotidiani e non, nell’ambiente. Riconoscere in quest’ultimo la nostra casa comune da rispettare e tutelare.
  • Classificazione dei diversi tipi di rifiuti.
  • Organizzare tutta scuola, in modo da poter essere in grado di proporre la differenziazione dei rifiuti in ogni suo passaggio.
  • Far capire al bambino di essere cittadino del mondo ed in quanto tale, deve tenere un corretto comportamento.
  • Condividere con le famiglie il lavoro svolto con i bambini.

 

 

 

Attività

 

  • Conoscenza e manipolazione dei rifiuti:  carta, plastica, metallo
  • Classificazione dei rifiuti presenti nella scuola,  attraverso la composizione di semplici cartelloni esplicativi.
  • Colorare i contenitori dove verranno riposti i rifiuti, del colore utilizzato nella raccolta famigliare e cittadina.
  • Presentare il lavoro alle famiglie per la continuazione della “differenziata”, anche a casa.

 

 

 

IL PROGETTO SI SVOLGE IN COLLABORAZIONE CON ECONORD, che ringraziamo anticipatamente per la realizzazione.

 

 

 

Comitato di partecipazione

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Cookie Policy